Pubblicita'
www.cellularitalia.com
      www.cellularitalia.com  Segui CellularItalia su Twitter Segui CellularItalia su Facebook 

Vodafone Italia: al 30 settembre 2009 ricavi in crescita +2,1%
- Clienti Banda Larga fissa A 1.094.000, +66,7%. Ricavi Banda Larga mobile e Multimedia + 21,1%.
- Bertoluzzo: semestre positivo, in crescita la banda larga fissa e mobile, è ora di investire insieme sulla rete del futuro

10 novembre 2009 - Vodafone Italia chiude il semestre al 30 settembre 2009 con ricavi da servizi che si attestano a 4.291 milioni di euro, con una crescita del 2,3%. I ricavi totali sono arrivati a 4.440 milioni di euro, con un aumento del 2,1%.
La crescita dei ricavi è stata conseguita grazie all’aumento della penetrazione dei servizi di banda larga mobile e mobile internet, all’acquisizione di nuovi clienti abbonamento sia privati che business e dall’importante contributo dato dai servizi di telefonia fissa e DSL.
Le Sim mobili sono 29.146.000 (-3,4% rispetto a Settembre 2008), con un aumento delle Sim in abbonamento privati e business del 21,3%.
I volumi totali di traffico voce sulla rete Vodafone sono cresciuti del 3,7%, raggiungendo i 27,1 miliardi di minuti, in particolare grazie alla crescita del segmento abbonamenti e a promozioni dedicate come la Summer Card, compensando in parte la continua riduzione dei prezzi e la discesa delle tariffe di terminazione. I ricavi da traffico voce scendono quindi a 2.788 milioni di euro, registrando un -1,2%.
- I ricavi dati e messaggistica sono aumentati dell’8,5% attestandosi a 1.022 milioni di euro, con un’incidenza crescente sui ricavi da servizi pari al 23,8% grazie soprattutto alla crescita sostenuta dei ricavi da servizi multimediali e da banda larga mobile, +21,1% rispetto allo stesso semestre dell’anno precedente.

Pubblicità

- La crescita è stata sostenuta dalla sempre maggiore diffusione della Vodafone Internet Key, dal lancio sul mercato di promozioni dedicate alla navigazione web come la Internet Card, dal successo del Mini PC con connessione integrata, dal lancio dei nuovi smartphone come l’iPhone 3GS e l’HTC magic su piattaforma Android di Google.
- I ricavi da messaggistica sono cresciuti del +2,7% grazie al successo di offerte commerciali che incentivano l’uso dei messaggi a prezzi sempre più convenienti.
- I ricavi da rete fissa sono cresciuti del 22% e hanno raggiunto i 379 milioni di euro. In particolare e’ da segnalare il successo dei nuovi servizi di banda larga fissa Vodafone che, insieme all’offerta di Tele2, hanno permesso di arrivare a 1.094 mila clienti ADSL, con un aumento del 66,7% rispetto al primo semestre 2008.
- L’EBITDA si attesta a 2.149 milioni di euro, in crescita del 4,5%, sostenuto dalla crescita dei ricavi, dal controllo dei costi commerciali e da iniziative di efficienza sui costi operativi, tra le quali la condivisione dei siti della rete di accesso radiomobile con Telecom Italia e Wind. In parallelo sono proseguiti gli importanti investimenti a supporto del servizio al Cliente e in innovazione, in particolare sulla banda larga mobile e fissa.
- L’EBITDA in percentuale dei ricavi totali dell’anno si attesta a 48,4% ed e’ in crescita dell’1,1% rispetto al primo semestre 2008.
“Gli ultimi sei mesi sono stati positivi per Vodafone Italia: Cliente al centro e innovazioni utili sono i due pilastri della strategia che ci hanno portato a raggiungere questi risultati in un momento economico e di consumi ancora incerto”, ha commentato l’Amministratore Delegato di Vodafone Italia, Paolo Bertoluzzo.
“L’andamento del semestre conferma la forte crescita della banda larga mobile: l’accesso alla rete in mobilita’ e’ ormai entrato a far parte della vita di tutti i giorni per milioni di nostri clienti, privati e imprese. Il settore mobile – ha aggiunto Bertoluzzo – conferma di saper coniugare convenienza economica e qualita’ dei servizi, grazie alla forte competitivita’ tra operatori che rende non necessari nuovi interventi regolatori.
“Nella rete fissa abbiamo ottenuto un buon risultato. Ma il mercato ha spazi competitivi sempre molto stretti: l'operatore dominante controlla ancora il 75% dell'accesso, il passaggio da un' operatore all'altro e' per i clienti troppo faticoso e gli operatori alternativi non realizzano margini sufficienti a sostenere nuovi investimenti
.
"Per il Paese e il settore e’ giunto il momento di guardare al futuro: dobbiamo costruire insieme la rete di nuova generazione secondo un modello 'aperto', l'unico efficace per mettere a fattore comune tutte le competenze e le risorse necessarie, stimolare gli investimenti e garantire un assetto competitivo. Il presidente dell'Agcom, Corrado Calabro', ha indicato in questo senso la strada della Societa' della Rete, un modello che noi crediamo debba essere perseguito. Vodafone e' pronta a fare la sua parte, insieme agli operatori ed agli investitori privati e pubblici che vorranno partecipare. Questo è il contributo che il settore delle telecomunicazioni deve saper dare alla ripresa dell'economia del nostro Paese, sostenendo l'occupazione e dotando l'Italia di un'infrastruttura fondamentale per il futuro della nostra società e delle nostre imprese”.

- Pagina Vodafone
- Forum dedicato a Vodafone




Indietro
Home









Pubblicità








Copyright © 1999-2023 CellularItalia - Tutti i diritti riservati